Libri di Brunero Gherardini

Homepage      A domanda risponde       Gherardini online       Tu, il mio piccolo io (Dina Bélanger)       Assunta perché Corredentrice       Quaecumque dixero vobis       A Much Needed Discussion



LA CATTOLICA. LINEAMENTI DI ECCLESIOLOGIA AGOSTINIANA

(di Brunero Gherardini)


In questa pagina:

***Immagine di copertina del libro La Cattolica. Lineamenti di ecclesiologia agostiniana (anche accessibile su www.biblio.com)
***Dettagli su come ordinare questo libro. Per pagamenti con carta di credito, ordinare tramite www.biblio.com
***Collegamento al catalogo OPAC del Servizio Bibliotecario Nazionale, che elenca le biblioteche italiane dov'è disponibile La Cattolica (cliccare sul numero ISBN riportato nella scheda libro).
***Collegamento a WorldCat.org, che elenca le biblioteche estere dov'è reperibile La Cattolica.
***Commenti e recensioni trovati in rete.


Scheda libro

Autore: Brunero Gherardini

Casa editrice: Lindau

Data di pubblicazione: 2011

Genere: Studi agostiniani, storia della Chiesa,ecclesiologia, patristica

Argomento: La Chiesa Cattolica nel pensiero di S. Agostino

ISBN: 978-88-7180-929-8

Pagine: 206

Prezzo: 15 euro

Disponibilità immediata. Per pagamenti con carta di credito, ordinare tramite www.biblio.com. Per altre forme di pagamento, cliccare qui per ulteriori informazioni.

Hanno detto di questo libro...

Dalla recensione su www.ibs.it:

"Il tutto è Lui più noi." Lui è Gesù Cristo. Lui più noi è il Cristo totale, cioè la Chiesa cattolica; o, diceva S.Agostino, "la Cattolica" tout court. Non me ne voglia l'Autore, che certo scrisse con tutt'altri intenti; ma questo libro, oltre ad essere una lucidissima esposizione della dottina di S.Agostino sulla Chiesa, è un antidoto contro la banalità imperante ad esempio nella pubblicità dell'9 per 1000 alla Chiesa cattolica: preti azzimati nel loro clergyman, suorine civettuole nei loro abiti, tutti socialmente impegnati e dediti ad opere socialmente utili. Come a far sprofondare in un ben meritato oblio la pacchianeria della Chiesa socialmente utile, ecco la visione della Cattolica che S.Agostino, vescovo e dottore della Chiesa, presenta ai suoi fedeli: "Lasciatevi prendere dallo stupore e dalla gioia: voi siete diventati Cristo. Se infatti egli è il Capo e noi le mambra, il tutto è Lui più noi. Questa, pertanto, è la pienezza di Cristo: l'esser Capo e membra. Che cos'è infatti Capo e membra se non Cristo e la Chiesa?" (p. 131). Se Cristo + noi = Chiesa, allora la Chiesa è ben più che la sua parte visibile - noi laici con le nostre molte pecche, i preti con la loro condotta non sempre edificante, i monsignori rampanti in attesa di promozione. Queste sono le membra della Chiesa. Con tutti i loro acciacchi, esse ne sono la parte visibile, ma v'è pure quella invisibile: Cristo (il Capo) e quelli che vivono nell'immortalità. E questa Chiesa invisibile è senza macchia né ruga. Quella di Agostino non è sociologia, ma una visione di fede che Brunero Gherardini riesce a trasmettere lasciando (dice) che il dottore della Chiesa "tenga banco" ed offrendoci cosõ un libro che, scevro da luoghi comuni, ci porta decisamente in una più spirabil aere. P.S. - Le opere socialmente utili vengono da sé per chi crede in Cristo, poiché Lui disse che senza le opere di misericordia non avremo la vita eterna.

Dalla quarta di copertina:

Una volta, per risolvere alcuni problemi, si diceva: "Andate da Giuseppe". Oggi, per risolvere quelli della Chiesa, si dovrebbe dire: "Andate da Agostino".

Per un assaggio (estratto dal capitolo 5) andare a Gherardini online.

Indice

Prologo

1 - La dimensione ecclesiale di Cristo
1. Il corpo di Cristo - 2. Il "Christus totus" - 3. "Ergo nos fratres"

2 - Lo Spirito Santo anima del corpo mistico
1. Corpo ed anima - 2. "Una mystica persona" - 3. Dunque, un solo Io?

3 - La Chiesa: una comunione in gerarchia
1. Alla base di tutto, Cristo - 2. Il suo vicario - 3. Comunione con Cristo nel suo vicario

4 - La Chiesa istituzione

1. è una gerarchia - 2. Il vescovo - 3. Presbiteri, diaconi, "plebs sancta"

5 - Le proprietà della Chiesa

1. La Chiesa una - 2. Santa - 3. Cattolica - 4. Apostolica

6 - Visibile ed invisibile

1. L'unità fra Cristo ed i cristiani - 2. La Chiesa celeste - 3. Il regno escatologico dei santi

7 - Chiesa e Stato

1. Origine divina del potere civile - 2. "Compelle intrare" (Lc 14,23) - 3. La pratica a conferma della teoria

Epilogo


Recensioni

Scrive don Curzio Nitoglia su Sì sì no no a proposito della Chiesa in essere e quella in divenire, secondo il pensiero - rispettivamente - di Agostino e di Teilhard:

L'apostolicità è, nella crisi che l'ambiente ecclesiale sta vivendo, la nota più utile e importante per capire cosa succede e porre rimedio a tanto male. Senza Apostoli non sussiste la Chiesa di Cristo, poiché Gesù stesso l'ha fondata su di loro. Ma senza il Principe degli Apostoli, senza Pietro, che è la 'pietra' secondaria e subordinata a Cristo, gli Apostoli sono slegati da Cristo. é allora assolutamente necessaria la presenza del Papa e dei Vescovi in atto o in essere e non solo in potenza o in fieri. Infatti, se la Chiesa fosse in potenza o in divenire, non sarebbe con Cristo tutti i giorni dal calvario sino alla fine del mondo, ma lo sarebbe ad intervalli, certe volte in atto o in essere e certe altre solo in potenza o in fieri. Ma il fieri non è l'essere. Quindi il Papa e i Vescovi in fieri non sono la Chiesa esistente in atto, ma la "Chiesa cosmica" che diviene, come il "Cristo cosmico" di Teilhard. Il Papato o la Chiesa materialiter sono la "Chiesa cosmica", che si evolve continuamente e passa dalla potenza all'atto. Invece Cristo ha fondato una Chiesa sul Papato in atto d'essere e non in divenire perpetuo o a intermittenza: Pietro e gli Apostoli erano Papa e Vescovi in atto e formalmente, non in potenza, in fieri o materialmente. La Chiesa poggia sull'essere, sull'atto e la forma, non sul divenire, la potenza e la materialità. Come la sana filosofia si fonda sull'essere e non sul divenire. La filosofia dell'essere è la filosofia perenne e sana, mentre la filosofia del divenire è la filosofia falsa o sofistica della modernità. Così la Chiesa o il Papato materiale o in divenire è un Papato concepito dalla mente di un uomo, fosse anche un grandissimo teologo (che non è Cristo in terra né il Magistero ecclesiastico), ma non è la Chiesa voluta da Dio Padre, Figlio e Spirito Santo.

Per la recensione completa cliccare qui.

Scrive Cristina Siccardi a proposito di Agostino e la Chiesa come Christus totus ["Cristo totale"]:

Fra gli elementi sui quali [Agostino] insistette maggiormente fu senz'altro la genesi della Sposa di Cristo, ovvero del costato di Gesù e il paragone per Agostino è immediato: come Eva fu tratta dalla costola di Adamo dormiente, così dal fianco squarciato di Cristo morente scaturì la Chiesa con i suoi sacramenti dai quali essa è formata o, per dirla con san Tommaso, "è fabbricata." Ecco che l'Ecclesia divenne sposa diletta di Cristo, suo Capo: "un medesimo colpo di lancia determinò la presenza della Chiesa nella sua qualità di corpo." (p. 25)
La Chiesa è il corpo mistico di Cristo, ecco il Christus totus: due parole per esprimere un universo di mistero e verità, due parole che condensano la catechesi scritta ed orale del Vescovo d'Ippona: egli insiste moltissimo sulla verità cristologica-ecclesiologica del Corpo mistico e non si ferma ad asserirla, ma la spiega, la sviscera, la sviluppa, in quanto bisognava "far capire che non si trattava d'un corpo comune, qual è quello umano. Né d'un corpo puramente sociale. Né d'un'entità vaga ed impalpabile, all'interno della quale i vari elementi fossero irrelevabili e confusi. Bisognava, cioè, riportar il discorso nel suo ambito soprannaturale come il solo che dè senso alla dottrina del corpo mistico.

Per la recensione completa cliccare qui.